Tag: crescita psicologica

Una fiaba per parlare dell’importanza di impegnarsi per trovare il proprio posto nel mondo

Una fiaba per parlare dell’importanza di impegnarsi per trovare il proprio posto nel mondo

Oggi ti parlo di una fiaba per parlare dell’importanza di impegnarsi per trovare il proprio posto nel mondo. È una fiaba a cui tengo davvero tanto, è la prima fiaba che ho scritto, da grande, con cognizione di causa sullo scrivere. Così coglierò anche l’occasione 

La felicità delle piccole cose

La felicità delle piccole cose

La felicità delle piccole cose è la più vera.   Credo che abbia molto a che fare col restare in contatto con la propria bambina interiore. Quella là che ci vuole fare proprio perdere tempo, voltarsi e fermarsi a guardare una lumachina che le ricorda 

Chi sei

Chi sei

poesia chi sei

La consapevolezza di chi siamo è nient’affatto cosa semplice.

Possiamo impiegare un’esistenza intera e non arrivare a comprenderci davvero.

A volte ci serviamo di titoli e corrispondenze esterne.

È vero che non vedendo il mondo com’è ma come siamo, tutto ci fa da specchio, rendendoci indietro, in base a come lo cogliamo, qualcosa di noi.

In questo però ci sta una propria analisi di consapevolezza.

È diverso dal rimettere la propria identità in mano a qualcun altro che possa definirla.

L’IMPORTANZA DELLE DEFINIZIONI CON I BAMBINI

Sin da piccoli le definizioni esterne ci rincorrono, più siamo piccoli più sono gli altri a definirci.

Catalogare i bimbi può venire naturale, tuttavia è anche pericoloso.

Possiamo incorrere in profezie auto avverantesi, rendendo i bambini altri da quelli che veramente sono o perché compiacenti per bisogno d’amore e insicurezza o perché talmente noi convincenti da non lasciare loro spazio adeguato di sviluppare un sé vero.

È importante per ogni genitore impegnarsi a riconoscere le vere caratteristiche di un figlio, distinguendo dal sognato per sé, dal desiderato per lui e riconoscendo quanto più possibile la sua verità.

SAPERSI E LASCIARSI ESISTERE

Un aspetto molto bello del capire come siamo veramente è rappresentato dalla condizione necessaria anche a comprenderci per bene che è accogliersi. Darsi la libertà di essere nella propria verità. Sottrarre i doveri dettati dai sensi di colpa.

Mica è facile però è possibile e pure bello.

Ancora non credo di esserci arrivata veramente, però qualche passo negli anni l’ho fatto davvero.

Ho scritto anche alcune fiabe per parlare dell’importanza di essere se stessi.

Una racconta di una fatina che inizia a dubitare che vivere con le sue proprie abitudini e caratteristiche sia una vita completa. Inizia così un viaggio durante il qualche conoscerà parecchie persone molto diverse da lei e tra di loro. Questo la farà tornare esattamente dove si trovava prima di partire, ma completamente diversa da prima. Ora è consapevole di se stessa.

Un’altra racconta di una strega sirena che soffre moltissimo finché si affanna a voler essere altra da se stessa, architettando di tutto per farsi crescere le ali e volare. Fino a capire, dopo esserci riuscita, che volare non le appartiene e che il suo vero mondo il mare, le manca.

Ci sono poi le fiabe Il gattino viola e I Coniglietti colorati, dove ti racconto che una qualità unica anziché mettere a disagio e creare timori, deve diventare il proprio punto di forza.

Il libro contiene anche delle attività espressive a tema. Clicca sull’immagine per saperne di più:

copertina del libro come dire ai bambini che essere sé stessi è la cosa più importante con bambino che mette le mani intorno al cuoricino

 

 

 

Puoi ascoltare il podcast dei coniglietti colorati.

Cura narrativa e poesia

Cura narrativa e poesia

Una cura narrativa è una forma di supporto al benessere attraverso la narrazione, ossia l’uso di storie. Ne approfondirò il senso, spiegandoti anche come la poesia possa non solo entrare a farne parte, ma avere un particolare potere terapeutico. Le storie sono importanti L’uso delle 

Fiabe per parlare con i bambini – seconda parte

Fiabe per parlare con i bambini – seconda parte

Nel post del 10 agosto ti ho iniziato a parlare di fiabe per parlare con i bambini che ho scritto e raccolto in alcuni libri. Oggi vorrei continuare parlando di altri due libri di fiabe che affrontano degli argomenti che amo davvero tanto. Le fiabe 

Fai cose belle con i figli

Fai cose belle con i figli

Per vivere una bella relazione fare insieme cose belle aiuta. L’ho provato in prima persona e sicuramente anche tu.

Certe volte, prese dal compito educativo, ci dimentichiamo di divertirci insieme ai figli, o meglio magari ci dedichiamo a passatempi che riteniamo possano essere divertenti per loro anche se noi ci annoiamo. Beh, questo non diventa del tutto un tempo di qualità passato insieme, se noi o loro ci stiamo annoiando.

Quello che riesco a suggerirti fa parte di quel che ho personalmente sperimentato con successo insieme a mia figlia.

La creatività aiuta sempre davvero tanto a trovare un’attività che possa coinvolgere, ciascuno con le proprie competenze, e rendere bello è interessante un po’ di tempo speso insieme.

Ti parlerò di tre attività che puoi svolgere insieme ai figli, ma che possono essere un momento bello anche per sé. Ovviamente l’età del figlio/a incide molto sull’attività da scegliere e sul risultato che possiamo ottenere. Più si tratta di bambini piccoli più sarà nostro compito guidare l’attivià e fornire loro l’adeguato aiuto. Tuttavia, possiamo trovare qualcosa che ci incuriosisca e diverta, sia noi che loro, per esempio inventare una storia, o scrivere pensieri riguardo un tema specifico. Quest’ultima attività è in genere molto divertente anche con i più piccoli che possono dirci cose molto buffe o davvero profonde e stupirci.

Se decidi di cimentarti con l’invenzione di una storia, posso aiutarti con l’attività creativa che descrivo in questo post: Come inventare una fiaba – prima parte

Se hai bambini che sanno già scrivere puoi cimentarti con una poesia, ognuno per conto proprio oppure insieme, si tratta di un genere che regala davvero molta libertà e soddisfazione.

Di fiabe e poesie ti parlo anche in questo post dal titolo: 3 strumenti di benessere

Se più della scrittura ti attira disegnare, due sono le attività che per me hanno funzionato proprio bene:

Dipingere un mandala

e

La pittura intuitiva che trovi sul mio vecchio blog

Spero davvero tu riesca a trovare un’attività da fare insieme e da cui trarre soddisfazione.

Gli anni volano..

Gli anni volano..

Puff! Un altro anno è passato, gli anni volano via? Tu come ti senti quando compi gli anni? Ammetto che cado vittima dei passaggi di decennio, come credo moltissime altre persone. Gli altri anni mi fanno meno effetto. Quest’anno mi fanno particolarmente poco effetto perché 

Cambiare lavoro.

Cambiare lavoro.

Cambiare lavoro, ti è mai capitato? Si tratta di uno dei cambiamenti di vita più importanti nella nostra società. Apparentemente meno coinvolgente di un cambiamento nell’ambito privato della propria vita, dove sono coinvolti più direttamente i sentimenti. Eppure è una trasformazione importante. Riguarda tante aree 

Significato della fiaba di Barbablù

Significato della fiaba di Barbablù

Oggi ti voglio parlare del significato della fiaba di Barbablù, forse meno nota e più cruda, ma davvero interessante, forse più da grandi che da bambini.

La fiaba

La storia racconta di quest’uomo dalla barba blu, le cui fattezza in qualche modo mettono in guardia da chi egli sia realmente, che inizia a corteggiare tre sorelle.

Le due figlie più grandi declinano, intuendo, grazie all’esperienza, che non si tratta di una buona occasione.

La minore, abbagliata dai bei doni e dalle ricchezze di Barbablù, lo sposa.

Quando egli parte le lascia le chiavi di tutte le stanze della cosa. Potrà entrare in ogni stanza che desidera, eccetto che in una.

Ovviamente poi la giovane decide di contravvenire al divieto. La stanza svelerà l’atroce destino delle precedenti mogli di Barbablù dallo stesso uccise. La chiave della porta vietata, dopo essere stata utilizzata inizierà a versare sangue senza smettere.

Questo sarà il segnale che permetterà a Barbablù di scoprire la verità. La giovane moglie però, rinsavita una volta scoperto quanto losco sia questo marito, chiamerà i fratelli per essere salvata e i fratelli la salveranno.

Il significato

La fiaba di Barbablù è un monito al lasciarsi abbagliare dalle facili conquiste e un invito all’ascoltare il proprio intuito.

Le sorelle maggiori, infatti, forti della maggior esperienza di vita, non si lasciano abbindolare da Barbablù. Non così la minore, la cui ingenuità prevale.

Una volta “sollevato il velo” però, presa consapevolezza della realtà, per come essa è realmente, la giovane riuscirà a salvarsi, riuscendo a richiamare e mettere in azione le sue “parti battagliere” bene rappresentate dai personaggi dei fratelli.

La protagonista, che era andata incontro alla sua rovina, riesce però ad ascoltare ad un certo punto l’istinto, contravvenendo al divieto del marito e con furbizia si sottrae alla morte richiamando a sé i fratelli, componenti maschili positive, protettive, combattive, che la salvano.

Sulla morale della fiaba

In alcuni testi la morale spicciola della fiaba consiste nell’ammonire la curiosità che porterebbe la protagonista a correre il rischio d’essere uccisa da Barbablù. In verità è solo ascoltando, in extremis, la propria curiosità, l’istinto potremmo dire, che la nostra eroina si salva.

 

Ho scritto alcuni libri di fiabe per parlare ai bambini di temi difficili o delicati:

vai ai libri

Accogliere, lasciare andare

Accogliere, lasciare andare

“Se i genitori non accettano la propria morte, i figli non potranno entrare nella vita” (Erik Erikson) Questa frase mi fa pensare alla frase “Accogliere vuol dire fare spazio”, cui ho dedicato una riflessione qualche tempo fa inerente la fase evolutiva dell’arrivo dei figli. Una