Movimento psicoespressivo

Movimento psicoespressivo

Prima di approdare a questo sito-blog ho scritto su molti spazi virtuali, un blog che ancora esiste cui sono tuttora davvero affezionata è movimentopsicoespressivo.com

Com’è nata questa idea?

Nel 2009 ho frequentato un master in grafologia. La scrittura a mano mi ha sempre affascinata. Tracciare tanti segni che assumono convenzionalmente un significato preciso, che ci permette di comunicare anche quando non ce la facciamo a parole è entusiasmante, è qualcosa di così quotidiano e scontato che non ci si pensa, ma la scrittura è davvero qualcosa di eccezionale. Essendo persona estremamente introversa, poter dire per iscritto è sempre stato importante per me.

Nel corso di studi in grafologia mi ricordo che ci venne fatto notare di come certe caratteristiche della scrittura, che rappresentano qualità della persona, si ritrovano anche nel modo di camminare. Chi cammina in modo veloce e deciso, ha anche una scrittura veloce e decisa e, come è facile intuire, è una persona che ha una mente veloce e decisa.

Trovo un fascino profondo nel come ogni aspetto della scrittura descriva la personalità.

Il parallelo tra scrittura, camminata e personalità mi ha fatto dire “WOW!”.

Ricordo che iniziai a pensare questa cosa: “Se non valesse solo per la scrittura e il modo di camminare? Se ogni nostra azione descrivesse come siamo fatti? Basterebbe osservare cosa facciamo e come lo facciamo per sapere tutto di qualcuno e prima di tutto di noi stessi”.

Questa riflessione ha iniziato a rotolarmi tra i neuroni.

Dopo tre anni ho iniziato a scriverci su un blog, quello che ti ho citato all’inizio. Sì ho avuto dei tempi un po’ lunghi, ma nel frattempo ho avuto una bimba e per tre anni ho dormito veramente poco, quindi credo che valga come attenuante.

Cosa è il Movimento Psico-Espressivo?

Movimento psico-espressivo è ogni manifestazione umana, corporea o intellettiva.

Un movimento corporeo, muscolare, è un movimento originato da una motivazione, istinto, emozione, quindi esprime il contenuto psichico che lo origina.

Non avviene nulla nel corpo che non sia collegato alla psiche.

Un pensiero, che potrebbe apparire strano definire come “movimento” tuttavia è tale poiché è un movimento interno, neuronale, fatto di sostanze chimiche ed elettricità.

Sia un movimento interno (intra-psichico, neuronale, fatto di sostanze chimiche ed elettricità), sia un movimento esterno e visibile (movimento muscolare originato da un istinto, una motivazione, un’emozione) sono l’espressione della psiche del soggetto in quel momento.

Il Movimento Psico-Espressivo è la manifestazione istantanea, qui ed ora, dei processi psichici delle persone attraverso il movimento, sia esso interno, pensiero o emozione, o esterno, un’azione, un comportamento.

Dal più semplice al più complesso dei comportamenti tutto è un movimento psicoespressivo più o meno articolato.

Ogni Movimento Psico-Espressivo racconta la persona che lo mette in atto.

Una differenza fondamentale da tener presente è la presenza o assenza di consapevolezza.

Essere consapevoli è la base di un vivere più profondo e pieno e di maggiore benessere psico-fisico.

BENESSERE: vuole dire avere consapevolezza di sé e utilizzare la consapevolezza di sé per stare sempre meglio, poiché avere consapevolezza di sé permette di:

ESSERE SÉ STESSI
STARE IN SALUTE
OTTENERE CIÒ CHE SI VUOLE

Benessere è essere veri anziché strutturare falsi sé (per compiacere genitori, figli, partner etc.), è esprimere le proprie emozioni e non cristallizzarle caricandosi di tensioni e stress. Quando si accumulano tensioni e stress sarà il corpo ad esprimere, secondo canali specifici, con sintomi più o meno gravi, quello che non è venuto fuori nel modo e nel momento opportuni.

Secondo la teoria delle cinque fasi della Medicina Tradizionale Cinese, le basilari emozioni umane sono cinque e si legano e collegano ciascuna a:

parti del corpo deputate a sentirle e manifestarle
elementi
stagioni
cibi
colori
e molto altro.

Queste emozioni sono:

GIOIA
RIFLESSIONE
TRISTEZZA
RABBIA
PAURA
Nessuna emozione è negativa di per sé.

Ne siamo dotati per motivi ben precisi.

Ad es. la paura ci salva la vita facendoci sentire e fuggire il pericolo.

Esprimere le emozioni che si provano mette in una condizione di rilassamento e benessere.

Reprimere le emozioni provoca tensione e malessere.

Continue tensioni provocano quantità di stress sempre maggiore che può provocare sintomi psichici e somatici.

Inoltre, così come avviene in natura, ciò che resta fermo troppo a lungo ristagna e muore.

La Vita è movimento.

Agire, fare, muoversi sono atti vitali e permettono cambiamento ed evoluzione.

L’agire migliore per il benessere di una persona è quello emotivamente consapevole, psicologicamente consapevole.

Essere consapevoli delle proprie azioni, nei propri agiti, nel fare di tutti i giorni è fonte di benessere e previene dal malessere.

Per cui ESPRIMERE sé stessi con CONSAPEVOLEZZA di sé è scopo principe di chiunque desideri BENESSERE.



Rispondi