Chi sei

Chi sei

poesia chi sei

La consapevolezza di chi siamo è nient’affatto cosa semplice.

Possiamo impiegare un’esistenza intera e non arrivare a comprenderci davvero.

A volte ci serviamo di titoli e corrispondenze esterne.

È vero che non vedendo il mondo com’è ma come siamo, tutto ci fa da specchio, rendendoci indietro, in base a come lo cogliamo, qualcosa di noi.

In questo però ci sta una propria analisi di consapevolezza.

È diverso dal rimettere la propria identità in mano a qualcun altro che possa definirla.

L’IMPORTANZA DELLE DEFINIZIONI CON I BAMBINI

Sin da piccoli le definizioni esterne ci rincorrono, più siamo piccoli più sono gli altri a definirci.

Catalogare i bimbi può venire naturale, tuttavia è anche pericoloso.

Possiamo incorrere in profezie auto avverantesi, rendendo i bambini altri da quelli che veramente sono o perché compiacenti per bisogno d’amore e insicurezza o perché talmente noi convincenti da non lasciare loro spazio adeguato di sviluppare un sé vero.

È importante per ogni genitore impegnarsi a riconoscere le vere caratteristiche di un figlio, distinguendo dal sognato per sé, dal desiderato per lui e riconoscendo quanto più possibile la sua verità.

SAPERSI E LASCIARSI ESISTERE

Un aspetto molto bello del capire come siamo veramente è rappresentato dalla condizione necessaria anche a comprenderci per bene che è accogliersi. Darsi la libertà di essere nella propria verità. Sottrarre i doveri dettati dai sensi di colpa.

Mica è facile però è possibile e pure bello.

Ancora non credo di esserci arrivata veramente, però qualche passo negli anni l’ho fatto davvero.

Ho scritto anche alcune fiabe per parlare dell’importanza di essere se stessi.

Una racconta di una fatina che inizia a dubitare che vivere con le sue proprie abitudini e caratteristiche sia una vita completa. Inizia così un viaggio durante il qualche conoscerà parecchie persone molto diverse da lei e tra di loro. Questo la farà tornare esattamente dove si trovava prima di partire, ma completamente diversa da prima. Ora è consapevole di se stessa.

Un’altra racconta di una strega sirena che soffre moltissimo finché si affanna a voler essere altra da se stessa, architettando di tutto per farsi crescere le ali e volare. Fino a capire, dopo esserci riuscita, che volare non le appartiene e che il suo vero mondo il mare, le manca.

Ci sono poi le fiabe Il gattino viola e I Coniglietti colorati, dove ti racconto che una qualità unica anziché mettere a disagio e creare timori, deve diventare il proprio punto di forza.

Il libro contiene anche delle attività espressive a tema. Clicca sull’immagine per saperne di più:

copertina del libro come dire ai bambini che essere sé stessi è la cosa più importante con bambino che mette le mani intorno al cuoricino

 

 

 

Puoi ascoltare il podcast dei coniglietti colorati.

6


Rispondi