Come inventare una fiaba – seconda parte

Come inventare una fiaba – seconda parte

Un’altra tecnica che risponde alla questione come inventare una fiaba è procedere rispondendo a delle domande.

Sentiero delle domande per una storia

Questa modalità può aiutare e far sentire protetto dal sentiero segnato dalla domande alcuni, mentre potrebbe risultare troppo vincolante per altri.

Il bello del “Sentiero delle domande per una storia” è che possiamo imboccarlo e poi abbandonarlo quando più ci piace, per poi eventualmente ripercorrerlo, il tutto con estrema libertà.

Il soggetto

Si inizia dal soggetto. Ecco le domande:

Di chi o cosa hai voglia di raccontare in questo momento?

Vuoi parlare di persone, di animali o di oggetti da rendere eventualmente animati?”

Fatta la prima scelta si procede specificando le caratteristiche del soggetto scelto. Se abbiamo deciso di parlare di persone, si tratta di un personaggio specifico (ad es. superman o il proprio nonno) oppure di una figura aspecifica ( ad es. un cavaliere o un bambino).  Lo stesso percorso si può fare se scegliamo un animale o un oggetto.

Successivamente, se per noi è importante possiamo definire alcune caratteristiche fondamentali del soggetto o dei soggetti scelti.

Cosa succede oggi?

Dopodiché, la domanda è

Cosa succede oggi a questa persona, animale, oggetto?”.

Sarà una giornata bella o brutta per il protagonista o i protagonisti scelti? Sarà un giorno di festa oppure un giorno normale? Nel secondo caso, cosa fa di solito durante la sua giornata?.

Naturalmente il livello di approfondimento, gli aspetti che si possono prendere in considerazione sono infiniti, questi piccoli passi possono accompagnare per fare un passo d’inizio. Volendo aiutarsi ad un livello più avanzato, come non considerare le carte di Propp[1].

Queste domande molto semplici, aiutano ad iniziare a raccontare. Possono essere usate da bambini ed adulti. Si può partire da una storia molto semplice oppure elaborare un intreccio particolarmente complesso. Questo non si può prevedere prima di iniziare il proprio viaggio narrativo.

Un piccolo esempio

Ad esempio, se mi domandassero ora, di cosa vorrei parlare, risponderei che

mi piacerebbe descrivere un bel paesino innevato, no un attimo se assaggio la neve che è così invitante scopro che è dolce, un momento? In un attimo sono nel paese dello zucchero! Cosa succede oggi qui? Apparentemente proprio niente, tutti sembrano riposare tranquilli nelle loro case, a me non resta che passeggiare e curiosare, ovviamente assaggiando la neve di tanto in tanto!

Questo esempio può essermi saltato in mente perché sono una golosona, chissà!

 

Qui trovi la prima puntata dei suggerimenti per inventare una fiaba, la prossima settimana ti dò appuntamento per la terza parte. A lunedì prossimo!

 

[1]
Morfologia della fiaba di Vladimir Propp 1928

6


Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: