fbpx

Come comunicare e come elaborare una difficoltà?

Come comunicare e come elaborare una difficoltà?

Come comunicare e come elaborare una difficoltà ce lo chiediamo spesso. Quando qualcosa intacca il nostro benessere ci può provocare disagio doverlo comunicare a qualcuno. Altrettanto difficile è spesso l’elaborazione necessaria a raggiungere la nostra soluzione.

FIABE PER COMUNICARE TEMI DIFFICILI

Le fiabe hanno questo grande potere: poter raccontare qualcosa di molto doloroso proteggendo con una distanza psicologica e un linguaggio delicato che usa la metafora, i simboli. Arriva senza fare male.

Così quando abbiamo bisogno di parlare con i bambini di un argomento con cui noi adulti per primi non ci sentiamo a nostro agio, possiamo usare una fiaba. Per introdurre il tema della morte, del bullismo, della disabilità. Le fiabe sono delle grandi alleate.

Aiutano a dire cose difficili solo ai bambini?

La verità è che forse aiutano noi grandi per primi. Anche se ci siamo chiusi nella razionalità di un mondo che ha relegato l’immaginario al mondo infantile, accedervi grazie al racconto che possiamo fare a un bambino ci fa bene.

Allora forse le fiabe possiamo davvero usarle anche per noi.

FIABE PER ELABORARE MOMENTI DIFFICILI

Oltre ad aiutare ad avvicinarsi a un tema complesso, le fiabe sono un grande aiuto per elaborare una situazione che ci fa vergognare o soffrire. Un momento difficile della vita che non riusciamo proprio a comunicare, che non riusciamo a superare. Qualcosa che sul momento non ha un lieto fine.

Provare a mettere qualcosa in favola, a usare la favolazione,  è  un buon modo per iniziare a lavorarci su.

Ci facciamo tre grandi regali quando cerchiamo di mettere in favola una difficoltà:

1. Ci regaliamo il tempo e lo spazio di farlo. Quindi ci facciamo un dono prezioso: dedichiamo tempo a noi stesse.

2. Ci poniamo in un atteggiamento di possibilità, quello del mondo della fantasia, che è il regno di tutte le possibilità. Senza rendercene conto possiamo cambiare atteggiamento mentale mentre elaboriamo la storia. Mentre troviamo un modo per arrivare ad un lieto fine con la fantasia, in realtà la nostra mente si predispone alla “possibilità di una soluzione” anche nella realtà.

3. Scopriremo qualcosa di più su di noi, poiché ogni fiaba, come i sogni, accede all’inconscio. A qualcosa di nascosto e profondo che potrà emergere nei motivi della fiaba.

Si vabbè ma come si fa?

Se questa modalità su come comunicare e come elaborare una difficoltà ti ha convinta, ma pensi di non essere in grado di inventare una fiaba, puoi contattarmi per fare questo percorso di scrittura della favola come specchio di sé insieme a me.

 

oppure puoi inviarmi una mail: scrivimi@tizianacapocaccia.it

 

Ogni mese invio due consigli di benessere psicologico con la Favolettera, vuoi riceverla?

2


Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: