fbpx

Giornata dell’autismo

Giornata dell’autismo

Domani 2 aprile ricorre la giornata dell’autismo.

Un giorno dedicato alla sensibilizzazione verso una condizione esistenziale con delle specifiche caratteristiche. Conoscerle aiuta a capire meglio le persone che la vivono.

Cosa vuol dire AUTISMO

L’autismo è elencato nei manuali diagnostici tra i disturbi pervasivi o generalizzati dello sviluppo. Questo significa che non riguarda un’area specifica dello sviluppo ma coinvolge per intero la persona e il suo funzionamento, o per meglio dire il suo modo di essere al mondo.

Le caratteristiche dell’autismo

Le relazioni con gli altri sono assai particolari e differenti da quelle che siamo abituati ad instaurare. A volte sembra non esserci una motivazione alla relazione, tuttavia questo non significa che non ci siano relazioni affettive molto significative anche se le manifestazioni di queste emozioni e il modo di stare in relazione è differente da come ci aspetteremmo.

La comunicazione è nella maggior parte dei casi differente, in taluni casi assente. Molti bambini con autismo riscono a comunicare i propri bisogni attraverso un apprendimento attivo di quello che viene definito un modo di Comunicazione Alternativa e Aumentativa. Ad esempio attraverso le immagini.

Sono poi presenti interessi molto precisi e ripetitivi. Questo su chi è attorno a loro può avere un forte impatto.

Essere consapevoli per affrontare meglio

Sapere cosa rappresentano le caratteristiche così speciali di un bambino aiuta chi si prende cura lui. Essere consapevoli dà modo di prepararsi, di cercare tutte le informazioni e l’aiuto necessari.

Quando in una classe c’è un bambino con autismo, informare bene insegnanti e compagni è importante. Aiuta tutti a capire meglio il loro amico speciale. Li arricchisce e permette di relazionarsi e comunicare con lui in maniera adeguata.

Se dubiti che il tuo bambino possa presentare peculiarità riconducibili all’autismo, parlane al pediatra e leggi la C.H.A.T. un questionario per la rilevazione precoce.

Piccole storie utili per parlarne ai bambini

Dagli anni in cui ho lavorato con i bambini con autismo sono nate alcune fiabe e un piccolo libro che spiega cosa sia l’autismo ai coetanei.

Una fiaba te la regalo, si intitola Cippilù lo scoiattolo del pianeta Blu e parla di uno scoiattolino e dei suoi amici che imparano a comunicare con lui attraverso la comunicazione per immagini.

copertina libro con due bambini che scambiano un immagina con oggetto

Questo è invece il libro in cui attraverso il dialogo tra una mamma e una figlia, racconto  le caratteristiche di un bambino con autismo e come poter essere suoi amici.

Il libro contiene alcune schede con giochi e suggerimenti per relazionarsi in maniera positiva con il proprio compagno di classe autistico.

LO TROVI QUI

1


Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: