Consulenza psicologica e libri per migliorare la vita delle mamme e dei loro bambini

Conoscere i propri figli

Conoscere i propri figli

Conoscere i propri figli può sembrare scontato a volte, eppure non è così semplice.

[Puoi ascoltare questo post, invece di leggerlo, CLICCANDO QUI]

Senza pensare a figli adolescenti, in età già di per sé complessa, ma parlo anche di fasi di sviluppo più precoci. Se riusciamo a capire bene i nostri bambini possiamo aiutarli a diventare sé stessi, ad esprime chi veramente sono. Questo credo sia uno tra i compiti più complessi per un genitore.

Pensiamo a proteggerli dai rischi che vediamo nel mondo.

Pensiamo a insegnare loro una buona educazione.

Vogliamo che studino, che svolgano tutti i compiti loro assegnati.

Tuttavia molto importante è manifestare la propria personalità, riuscire a capire chi veramente siamo, poter coltivare attitudini e talenti, dar sfogo al proprio modo unico di essere attraverso attività congeniali.

Spesso ci poniamo di fronte al dilemma “Chi sono” da adulti perché i “dover essere” che ci hanno e ci siamo imposti nella vita hanno seppellito il nostro vero sé.

Qualche spunto

Tempo da ho scritto un post in cui parlo di diversi tipi di intelligenza. I bambini, come noi adulti del resto, non sono tutti uguali. La scuola purtroppo privilegia solo qualche tipo di intelligenza e ne penalizza altre.

Anche da come un bambino scrive possiamo capire qualcosa di lui. Vero è che essendo ancora personalità in formazione avremo delle indicazioni “in itinere”, però possiamo cogliere qualcosa.

Dai giochi che ama fare nostro figlio, riusciremo a capire molto di lui. Il gioco è un vero e proprio linguaggio. Un modo con cui i bambini esprimono sé stessi, elaborano emozioni ed eventi vissuti, comunicano.

Originalità e gruppo

Ci sono età della vita in cui sentirsi parte del gruppo dei pari, uguali agli altri, è importante. Tuttavia, un messaggio importante e valido per ogni età è che essere sé stessi è la cosa più importante. Quello che ci distingue dagli altri non dovrebbe farci soffrire ma evidenziare le nostre peculiarità di cui andar fieri.

Questo è un argomento che può risultare complesso, a volte anche per noi adulti. Tuttavia, come in molti altri casi:

le fiabe aiutano a dire quel che risulta complesso da dire altrimenti

Come dire ai bambini che essere sé stessi è la cosa più importante

copertina del libro come dire ai bambini che essere sé stessi è la cosa più importante con bambino che mette le mani intorno al cuoricinoPiccolo vademecum per genitori e insegnanti su come imparare a capire sé stessi dalle proprie azioni. Comprendere il nostro modo di incedere nella vita a partire dalla scrittura e dal modo di camminare.

Quattro fiabe per parlare dell’importanza di essere sé stessi. Tre attività per grandi e piccini per riflettere su come siamo fatti.

Realizzare le attività insieme ai bambini è momento per spendere del tempo di qualità insieme e regala anche ai grandi spunti per riflettere su sé stessi.

Qui trovi il libro e un estratto

3


Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: