Follow:

Giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo

corda blu su sfondo bianco in un nodo blu contro il bullismo

Oggi 7 febbraio è la giornata nazionale contro bullismo e cyberbullismo.

Due fenomeni purtroppo in crescita a danno del benessere dei più giovani.

BULLISMO

Il bullismo è un insieme di comportamenti in cui qualcuno ripetutamente fa o dice cose per avere potere su un’altra persona o dominarla.

Possiamo considerarlo un fenomeno di relazione, una relazione disfunzionale che include e deriva da i comportamenti e le personalità di bulli e vittime.

I primi, spacconi, spesso forti fisicamente, sempre propensi al conflitto.

Le seconde, spesso caratterizzate da insicurezza. Sole e ancor più isolate dagli atti dei bulli e da chi resta a guardare, in alcuni casi addirittura facendosi del bullo, un sostenitore.

Sì perchè oltre a bulli e vittime, fanno parte di questo sistema nocivo anche coloro che decidono di sostenere il bullo e coloro che, per paura, non si fanno avanti per difendere la vittima.

CYBERBULLISMO

Al giorno d’oggi poi, in cui oltre che nel mondo reale viviamo in quello digitale, al bullismo reale si aggiunge anche il bullismo digitale.

Questo non perché internet sia cattivo, ma perché di ogni strumento possiamo farne un buono o un cattivo uso.

La diffusione degli atti di bullismo anche online ha fatto sì che la legge se ne sia dovuta occupare, trovando una definizione specifica per questo tipo di comportamento deviante:
si considera bullismo telematico  ogni forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d’identità, alterazione, manipolazione, acquisizione o trattamento illecito di dati personali realizzata per via telematica in danno di minori. A ciò si aggiunge la diffusione di contenuti online (anche relativi a un familiare) al preciso scopo di isolare il minore mediante un serio abuso, un attacco dannoso o la messa in ridicolo.
(Per un maggiore approfondimento del tema dal punto di vista giuridico leggi il post dell’avv. Federica De Stefani)

LE SOLUZIONI?

Sicuramente sapere che esiste una legge cui appellarsi per difendersi è doveroso. Tutta via auspico il percorrere una via di prevenzione come metodo migliore in assoluto.

Educare i bambini sin da piccoli alle emozioni, per saper capire le proprie e riconoscere e comprendere anche quelle degli altri.

Una buona educazione emotiva è fondamentale perché capire l’altro e le sue emozioni è la prima forma di prevenzione e recupero.

Dare a bambini e ragazzi una buona austima e ancora fornire loro una adeguata consapevolezza di cosa sia ingiusto accettare e come chiedere aiuto sono alcuni aspetti fondamentali per contrastare bullismo e cyberbullismo.

UN LIBRO

Può essere complesso parlare di bullismo con i bambini. Ho scritto un libro che può aiutarti. Contiene un approndimento sul tema, un progetto per un laboratorio, storie per introdurre l’argomento ai bambini e alcune attività per suscitare le loro riflessioni.

come dire ai bambini che cos'è il bullismo

Libro 11,90 euro

Ebook 4,90 euro

(clicca sul formato di tuo interesse)

 

 

 

 

 

 

Per rimanere in contatto con me, avere informazioni sui prossimi libri, le promozioni e i servizi, iscriviti alla newsletter:

AL MOMENTO IN DONO PER LE NUOVE ISCRITTE
“Dai luce al cuore” – piccole rime per riflettere sull’importanza di ascoltare il cuore.

 

0
Share on
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: