Follow:

Significato fiabe: andare oltre il senso letterale

Oggi ti racconto il significato simbolico di una delle fiabe più famose: “La bella addormentata nel bosco” e come il suo significato può diventare un insegnamento utile per la propria vita.

FIABE E PSICOLOGIA

Ogni storia, specie le favole, solo in un tempo storicamente recente relegate al mondo dell’infanzia, raccontano la società che le ha create, il sé individuale, ma anche un sè collettivo (inconscio collettivo direbbe Jung). Esistono diversi livelli di lettura di una fiaba.

Le favole hanno in sé un grosso valore per la psicologia

IL SIGNIFICATO DELLA FIABA

Marie Louise Von Franz, famosa psicoanalista svizzera allieva di Jung, ha studiato in maniera approfondita il significato e i simboli delle fiabe, spiega che Rosaspina è la storia della giovane “punta” da una figura materna in qualche modo ostile.

Una mamma che, per qualche motivo storico evolutivo personale, si comporti in modo freddo verso la figlia, la colpisce con parole che la feriscono, la pungono per l’appunto, e lei non riuscirà a vivere serenamente e a pieno la sua femminilità, che cadrà addormentata.

Nella favola, dove aspetti psicologici positivi e negativi risultano abilmente scissi, la mamma nel suo essere negativa per la figlia è rappresentata dalla fata, il “materno cattivo” diventa la fata cattiva, la strega.

In tali situazioni, le potenzialità della figlia, le sue energie creative, non si svilupperanno come potrebbero finchè la giovane non maturerà, solo il tempo e un profondo percorso psicologico evolutivo potranno aiutarla. Nella fiaba infatti, la giovane si risveglia passati cento anni.

FAI TUO IL SENSO DELLA FIABA

Il sonno è il periodo durante il quale la giovane non vive a pieno se stessa.

Quante volte capita, anche nelle nostre vite, che alcune aree della nostra personalità restino addormentate per lunghi periodi?

Può succedere che alcuni eventi abbiano inciso negativamente sullo sviluppo di determinate aree del sé.

Crescere e armonizzare tutti gli aspetti della nostra identità ci permette di “risvegliarci“. Con il passare degli anni possiamo diventare sempre più consapevoli di certi aspetti di noi che avevamo sopito. Aspetti della nostra identità, risorse interiori che, nel momento che possono uscire allo scoperto, ci regalano nuove energie e capacità.

Per esempio, con il passare degli anni ho iniziato a lasciar emergere il lato più intuitivo di me stessa. In un primo momento questo ha messo un po’ sottosopra la parte più razionale di me, cui fino a un certo momento mi ero completamente affidata, dopo un po’ però, questi aspetti “hanno iniziato a collaborare” regalandomi nuove risorse e possibilità.

Essere a pieno se stessi è alla base del benessere.

Tu cosa ne pensi? C’è qualche lato di te che ha bisogno di essere risvegliato?
Ti invito a rifletterci.

Intanto visto che ci avviciniamo al Natale ti voglio portare qui ^_^

 

2

Share on
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: