Follow:
essere mamma

Giornata mondiale del bambino

giornata mondiale del bambino

Oggi è la giornata mondiale del bambino, o meglio dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, anniversario della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (UNCRC), approvata nel 1989.

Colgo l’occasione per riflettere su alcuni principi riportati nella convenzione:

BAMBINI E RAGAZZI HANNO DIRITTO A NON ESSERE DISCRIMINATI

I bambini devono potersi sentire tutti uguali.

Nessuna discriminazione dev’essere fatta loro in base a razza, sesso, lingua, religione o opinione di bambini o dei genitori.

Questa affermazione può apparire a una prima lettura obsoleta, ormai acquisita.

Tuttavia se ci mettiamo a riflettere tutti questi aspetti ancora in tante situazioni generano comportamenti che creano distinzione, divisione finanche emarginazione.

Mi viene ad esempio in mente il fatto che ci siano ancora giocattoli così incisivamente indirizzati a maschi o a femmine e questo fa si che se ci si sente attratti da un gioco che viene ritenuto dell’altro sesso si possa star male per questo.

 

L’INTERESSE DI BAMBINI E RAGAZZI DEVE PREVALERE

In ogni situazione esso deve prevalere.

Questo è un modo per proteggere e salvaguardare bambini e ragazzi.

Mi vengono in mente le situazioni di separazione e divorzio.

Sicuramente nessun figlio vorrebbe vedere i genitori separarsi.

Tuttavia credo che quando si prende una decisione così importante, anche se nell’immediato c’è sofferenza per la perdita della situazione esistente, lo si faccia per ritrovare la giusta serenità per entrambi i genitori, che in tal modo si danno la possibilità di riprendere in mano le loro vite garantendo ai figli, in una dimensione rinnovata e allargata di famiglia, di vivere la miglior condizione di benessere possibile.

Altro paio i maniche è la conflittualità con la quale spesso si affrontano le separazioni. Quella bisognerebbe cercare sempre di tenerla a bada, di trovare modi per comunicare, magari aiutati da una figura professionale appropriata, perché i ripetuti scontri tra mamma e papà hanno sempre un impatto doloroso sui figli.

BAMBINI E RAGAZZI HANNO DIRITTO CHE VENGA GARANTITO LORO DI VIVERE BENE

Ai bambini e ai ragazzi va garantita un’esistenza tutelata che permetta loro di crescere sereni.

In questo dovrebbero impegnarsi gli Stati, anche cooperando tra di loro.

Non è sempre così, ma io non smetto di avere fiducia.

BAMBINI E RAGAZZI DEVONO POTER ESPRIMERSI LIBERAMENTE

Questo principio mi piace moltissimo, poter esprimere pensieri, idee, opinioni, ma anche le proprie emozioni e in senso più ampio esprimere se stessi mi sembra davvero la base per una crescita sana improntata al benessere.

BAMBINI E RAGAZZI HANNO DIRITTO ALL’EDUCAZIONE

Intesa come accesso all’insegnamento, al sapere.

Trovo che oggi quest’area dovrebbe essere allagata anche alla sfera digitale.

Bambini e ragazzi hanno bisogno di essere educati all’uso delle tecnologie comunicative in cui si trovano ad essere immersi sin dalla nascita.

QUI TROVI LA CONVENZIONE PER INTERO, quali riflessioni suscita in te?

2

Share on
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: