Follow:
essere mamma

Compiti per le vacanze

compiti per le vacanze
  • COSA VUOL DIRE VACANZA?

Vacanza: periodo di riposo; di vuoto.

Deriva dal latino vacantia che vuol dire vacare, essere vuoto, libero.

L’etimologia della parola spiega bene il senso che dovrebbero avere tutti i periodi di vacanza.

Fare vuoto.

Dare libertà.

Vuoto e libertà dagli impegni quotidiani.

Per questo poi noi mamme diciamo di non andare mai in vacanza :o)

I periodi per, quantomeno, rallentare soprattutto nel periodo caldo sono fisiologici e importanti per dare al fisico e alla mente tempo per ricaricarsi.

Bambini e ragazzi arrivano scarichi mentalmente e fisicamente a fine anno scolastico, hanno davvero necessità di staccare.

Come degli sportivi devono recuperare la “forma” con un meritato riposo per non “scoppiare” per la stanchezza durante l’anno scolastico successivo.

I COMPITI PER LE VACANZE

Per i ragazzini dalle elementari in poi, l’impegno dei compiti potrebbe non consentire il senso di libertà e di vuoto cioè di tempo libero per riposare adeguatamente.

Questo impegno “abbraccia” anche le famiglie che hanno l’onere di “motivare” e aiutare i figli a fare i compiti.

La motivazione ai compiti dovrebbe essere di non mandare a monte tutta la fatica fatta per gli apprendimenti dell’anno appena trascorso. Per altro pare che i rapporti OCSE non combacino con questa idea. Pur essendo il paese che assegna quasi il numero più elevato di compiti non abbiamo una corrispondenza in migliori risultati scolastici, anzi!

COSA FARE?

Come si sarà inteso a mio parare le vacanze devono essere tali per bambini e genitori, utile certo leggere libri, quello sempre, trovandone di piacevoli però, perché il verbo leggere come Pennac insegna non sopporta l’imperativo al pari del verbo amare.

Ma se questi compiti però ci sono?

Cerchiamo di renderli, per quanto possibile piacevoli.

Possiamo provare ad incuriosirci insieme all’argomento in questione.

Quando qualcosa ci piace, andiamo a studiarcela e ad approfondirla senza rendercene conto.

Magari un fatto storico può diventare l’interessante approfondimento legato alla storia di un film che ci è piaciuto.

Collegare l’argomento da studiare a qualcosa che ci attrae può farlo diventare una interessante estensione di quell’argomento.

Possiamo trasformare alcuni momenti in “GIOCHI QUIZ A PREMI” facendo domande legate all’argomento da ripassare.

Il premio naturalmente può avere un valore del tutto simbolico: stelline adesive, fiches, spicchi di frutta, etc. liberate la fantasia!

Trovare l’opportunità nella difficoltà è a prescindere un insegnamento positivo da passare ai nostri figli.

Tu che opinione hai dei compiti per le vacanze?

0
Share on
Previous Post Next Post

Potrebbe interessarti anche

No Comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: